CronacaTrapani

Panico nel trapanese: segni d’intossicazione dopo il pasto in mensa

Questa la sorte toccata fra martedì e mercoledì, a sette-otto alunni e personale dell’Istituto comprensivo, Pitrè Manzoni, di Buseto Palizzolo

Consumano il pasto in mensa e manifestano subito dopo, sintomi d’intossicazione. Questa la sorte toccata fra martedì e mercoledì, a sette-otto alunni e personale dell’Istituto comprensivo, Pitrè Manzoni, di Buseto Palizzolo. Il fatto è stato accostato al malessere analogo per sintomatologia, che ha colpito negli stessi giorni, alcuni militari della caserma dell’esercito Luigi Giannettino di Trapani, perché entrambi i luoghi si servono della stessa ditta trapanese fornitrice di pasti. In tutto hanno fatto ricorso al pronto soccorso, gli studenti di Buseto Palizzolo e cinque militari del Sesto Reggimento Bersaglierie inoltre, tre bambini di una scuola elementare di Trapani. Nausea e vomito, mal di testa, diarrea e in alcuni casi febbre, sono i sintomi riscontrati. Ma all’ospedale Sant’Antonio Abate, i medici hanno precisato che è in atto in città un virus che causa gli stessi malesseri e per il quale sono stati registrati ricoveri.

Pertanto, nonostante i sintomi siano similari a quelli del virus che colpisce lo stomaco,non ancora escluso come elemento scatenante, è seguita da parte dei sanitari del pronto soccorso del Sant’Antonio, la segnalazione al Servizio Igiene del Dipartimento Prevenzione Salute dell’Asp Trapani, che ha interessato i carabinieri del Nas. Il sindaco di Buseto Palizzolo, Luca Gervasi, in via cautelare, ha sospeso il servizio di mensa. Fonti interne alla caserma hanno informato che: “Per tempi d’insorgenza, evoluzione, decorso e varietà di sintomi, i casi visitati presso la caserma Giannettino, non sarebbero riconducibili a nessuna tossinfezione alimentare”. Il Codacons intanto, chiede approfonditi controlli su tutte le mense siciliane che riforniscono scuole, caserme e ospedali. Oggi l’Asp Trapani ha reso noto quanto segue:

“Risultano negativi i primi risultati giunti dal laboratorio d’analisi di sanità pubblica del dipartimento Prevenzione dell’Asp di Trapani su una presunta intossicazione alimentare. Si tratta dei campionamenti compiuti mercoledì pomeriggio dai carabinieri del Nas e dal Servizio Igiene degli alimenti e della Nutrizione (Sian) alla ditta che forniva i pasti alla caserma di Trapani, dopo che a cinque militari erano stati riscontrati al Pronto soccorso dell’ospedale Sant’Antonio Abate sintomi di una sospetta tossinfezione alimentare.Le analisi sulla tossina stafilococco, sul clostridium e sull’escherichia coli sono risultati negativi. La ditta è la stessa che fornisce i pasti all’istituto comprensivo di Buseto Palizzolo, il cui sindaco ieri mattina ha segnalato al dipartimento Prevenzione alcuni casi di alunni con sintomatologia analoga.I medici del Sian, in qualità di ufficiali di polizia giudiziaria,  ieri pomeriggio hanno compiuto i prelievi anche per i pasti forniti alla scuola, e anche in questo caso inviati al laboratorio d’analisi dell’Asp per i risultati”.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi