Termini Im. – CronacaTermini Imerese

Acqua inquinata: Avviso di garanzia per l’ex sindaco di Termini Imerese

Concluse le indagini, una nuova vicenda giudiziaria per omissione di atti d’ufficio a carico dell'ex Sindaco Salvatore Burrfato

L’avviso di garanzia risale all’anno 2014, quando alla poltrona di sindaco c’era Salvatore Burrafato.

A notificare il provvedimento sarebbero stati gli investigatori del reparto di polizia giudiziaria presso la Procura di Termini Imerese. Dagli uffici della polizia giudiziaria di piazza Gancia però, non trapela nulla. 

Secondo indiscrezioni la vicenda che ha aperto un fascicolo per una nuova inchiesta ai danni dell’ex sindaco Salvatore Burrafato sarebbe quella di alcuni dati dell’Asp che allora avrebbero rilevato tracce di inquinamento nelle vasche dell’acquedotto comunale. 

I campioni di acqua prelevati risalgono esattamente nel novembre del 2014 nei serbatoi di San Girolamo e in quelli di via Falcone e Borsellino. Secondo i dati Asp vi sarebbe stata la presenza di indici microbiologi di inquinamento i “Coliformi” e, per questo, non destinata al consumo umano.

La stessa acqua invece, sarebbe stata fornita ai residenti del comune di Termini Imerese che, successivamente ne usufruivano tramite l’erogazione dai rubinetti delle proprie abitazioni. Secondo l’accusa infatti, sembrerebbe che Salvatore Burrafato in qualità di primo cittadino avrebbe omesso di divulgare alla città i dati dell’Asp e i relativi esami che avrebbero rilevato tracce di inquinamento nelle vasche dell’acquedotto comunale. 

L’acqua comunale dunque, che sarebbe arrivata nei mesi di novembre e dicembre del 2014 nei rubinetti di casa poteva essere inquinata.

“Aspettiamo ancora di acquisire copia del fascicolo processuale – ha dichiarato l’ex sindaco Salvatore Burrafato per avere contezza della contestazione che viene mossa nei miei confronti. Pur tuttavia, convinto di avere operato sempre in buona fede e correttamente, – conclude Burrafato – sono certo di poter fornire la giusta versione dei fatti continuando ad avere piena fiducia nella magistratura”. 

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi