CronacaItalia

Botti di Fine Anno: Il Bilancio sembra un Bollettino di Guerra

Diversi feriti in Sicilia, amputata la mano di un 43enne a Catania

Bollettini da guerra dopo la notte di Capodanno. In Sicilia si registrano tredici feriti a causa di botti e petardi. A Messina è di tre in totale il numero dei feriti registrato nella notte. Nella città dello Stretto un giovane ha riportato ferite a un occhio e a una mano. Il 20enne, originario di Savoca, è stato ricoverato in ospedale.

A Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto si registrano altri due feriti, che non sarebbero in gravi condizioni. A Catania, nel quartiere Librino, un 43enne a causa di una bomba carta ha dovuto subire l’amputazione della mano destra e un’altra persona l’amputazione di tre dita. Svariati i casi di bruciature ed escoriazioni. Nel capoluogo siciliano un 57enne ha riportato ferite all’orecchio sinistro ed è stato medicato presso il Buccheri La Ferla, un 33enne ha riportato bruciature al bacino e un 31enne, a causa dell’esplosione di un petardo,  è rimasto ferito al volto e alla mano sinistra ed è stato trasferito al Civico nel reparto di chirurgia plastica.

Nel resto d’Italia, in particolare in provincia di Milano, un giovane è in gravi condizioni dopo lo scoppio di un petardo che gli ha dilaniato le mani e ferito volto e testa. A Napoli e provincia i feriti, secondo un primo bilancio della questura, sono stati 37, uno in meno dell’anno passato. Cinque di loro – tra cui un dodicenne – sono ricoverati in ospedale con prognosi di 30 giorni per traumi da esplosione. Una donna di 36 anni è ricoverata in condizioni molto gravi all’ospedale Rummo di Benevento dopo essere stata colpita dalla scheggia di un grosso ordigno esploso all’esterno della struttura dove stava festeggiando.

Non è stato registrato nessun decesso, per il sesto anno consecutivo, ma c’è stato un lieve aumento dei feriti dai 212 dell’anno scorso ai 216 di quest’anno (44 dei quali ricoverati). Questo è il bilancio totale degli incidenti verificatisi a Capodanno, reso noto dal Viminale. I feriti gravi, sono stati 13 , 41 i minori colpiti in modo lieve. Anche il numero di interventi dei vigili del fuoco nella notte di Capodanno è aumentato rispetto allo scorso anno. Sono stati 658 contro i 519 del 2018.

Il numero maggiore di chiamate anche quest’anno nel Lazio 171 (114 lo scorso anno), poi la Lombardia con 88, la Campania con 86, l’Emilia Romagna con 76 e la Toscana con 52. Anche quest’anno nessun intervento è stato registrato in Sardegna.

Tags

Related Articles

Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi