Altri ComuniEventi

Castelbuono candidata Città Creativa UNESCO 2023  

A dare l’annuncio ufficiale, nel cuore del capoluogo della Regione Sicilia, il Sindaco Mario Cicero

Giovedì 9 giugno 2022, nella prestigiosa cornice dell’Oratorio di Sant’Elena e Costantino della Fondazione Federico II a Palermo è stata annunciata la candidatura della città di Castelbuono al network internazionale delle Città Creative UNESCO, nel settore gastronomia. A dare l’annuncio ufficiale, nel cuore del capoluogo della Regione Sicilia, il Sindaco Mario Cicero, che ha spiegato come Castelbuono abbia identificato la creatività, declinata nel settore della gastronomia, come elemento strategico per il proprio sviluppo urbano sostenibile.

Castelbuono punta a diventare la Città Creativa UNESCO ambasciatrice della Dieta Mediterranea nel mondo, promuovendo la tutela della biodiversità e condividendo best practice nell’uso delle materie prime. Osservando il patrimonio alimentare di Castelbuono e seguendo il percorso che trasforma i prodotti naturali in prodotti culturali, si scopre una creatività millenaria e in continuo mutamento, sempre alla ricerca della sostenibilità. Attualmente non si contano presenze italiane a sud di Roma nel network delle Città Creative UNESCO. Il riconoscimento di una Città Creativa siciliana porrebbe, dunque, l’intera Regione nella meritata posizione di rilievo all’interno del circuito. Diversi sono gli interventi che si sono susseguiti introdotti dalla vivace mediazione dell’attore Salvo Piparo , a partire da Angelo Boscarino di BIA Srl, la società di consulenza che accompagnerà la Città di Castelbuono durante l’iter di Candidatura e che ha spiegato i prossimi passi previsti per la call 2023: le iniziative di sostegno e comunicazione di progetto, la raccolta delle lettere di supporto, l’organizzazione di tavoli di lavoro con la comunità e gli stakeholder per l’identificazione delle linee progettuali da inserire nel Dossier di Candidatura.

Ospite anche il Consigliere Regionale del Piemonte Maurizio Marello – già Sindaco di Alba dal 2009 al 2019 e che nel 2017 ha ottenuto per la sua città il riconoscimento di UNESCO Creative City of Gastronomy: Marello ha raccontato il percorso di candidatura di Alba e ha espresso il proprio pieno sostegno al progetto strategico di Castelbuono. Un coro di voci ed esperienze ha poi offerto una ricca panoramica delle iniziative di carattere enogastronomico implementate a livello locale, che troveranno spazio nel racconto collettivo del Dossier di Candidatura. In particolare, sono intervenuti Biagio Agostara, Presidente dell’Istituto Idimed di Palermo e Salvino Leone, vicepresidente del Museo F. Minà Palumbo di Castelbuono, e Angelo Merlino, Presidente del Parco delle Madonie che hanno confermato la loro piena adesione alla iniziativa.

Questa conferenza palermitana segue l’incontro pubblico rivolto alla collettività che si è tenuto ieri, 8 giugno, presso la Piazza centrale di Castelbuono, Piazza Margherita. I cittadini castelbuonesi hanno risposto in grande numero e sono accorsi ad ascoltare in anteprima la testimonianza i Maurizio Marello che ha raccontato, in un vivace scambio con i presenti, l’esperienza della Candidatura anche come benefico strumento di coesione e trasmissione dell’identità dei luoghi. La Candidatura di Castelbuono si presenta dunque come una candidatura collettiva ed inclusiva, che vuole raccontare il complessivo carattere creativo della Città e della Sicilia in abito enogastronomico.

 IL NETWORK DELLE CITTÀ CREATIVE UNESCO

La Rete delle Città Creative UNESCO è stata creata nel 2004 per promuovere la cooperazione tra le città che hanno identificato la creatività come elemento strategico per lo sviluppo urbano sostenibile ed è divisa in sette aree corrispondenti ad altrettanti settori culturali (Musica, Letteratura, Artigianato e Arte Popolare, Design, Media Arts, Gastronomia, Cinema).

Le 295 città, nei paesi di tutto il mondo, che attualmente fanno parte della rete collaborano per un obiettivo comune: fare della creatività e dell’industria culturale il centro dei loro piani di sviluppo a livello locale e collaborare attivamente a livello internazionale. Tutte le Città Creative sono impegnate nello sviluppo e nello scambio di buone pratiche innovative per rafforzare la partecipazione alla vita culturale e per integrare la cultura nelle politiche di sviluppo urbano sostenibile. Inoltre, la Rete sostiene gli scambi artistici e il partenariato della ricerca sia con le città della rete che con il settore pubblico e il settore privato. In quanto tali le Città Creative contribuiscono al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

In Italia attualmente fanno parte solo: Alba, Bergamo, Biella, Bologna, Carrara, Como, Fabriano, Milano, Modena, Parma, Pesaro, Roma, Torino. BIA Beni Immateriali e Archivistici, è una società di consulenza e project management nel settore culturale e creativo con sede a Milano. Opera nel settore dei beni immateriali da anni e in questo ambito, tra i numerosi progetti, spiccano le candidature delle Città Creative UNESCO di Alba e Biella. BIA ha seguito con successo la candidatura a patrimonio culturale immateriale dell’Umanità (lista UNESCO) della Cerca e cavatura del Tartufo in Italia e oggi supporta la Pia Università dei Cartai nelle attività di ideazione, redazione e coordinamento del progetto collettivo di candidatura dell’Arte della carta filigranata di Fabriano a patrimonio culturale immateriale dell’Umanità. Inoltre, all’inizio di questo stesso percorso si trova la candidatura dei Carnevali storici.

Unisciti al gruppo Whatsapp di TelevideoHimera News

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi