Altri ComuniCronacaSicilia

Casteldaccia: 28 anni fa spariva Salvatore Colletta, la Mamma: “Voglio la Verità”

A 28 anni dalla scomparsa di Salvatore Colletta e Mariano Farina un nuovo appello della madre Carmela La Spina

“Salve a tutti, sono la signora CARMELA LA SPINA la mamma di Salvatore Colletta, il ragazzo scomparso assieme a Mariano Farina il 31 Marzo 1992 da Casteldaccia (PA, Sicilia).

Oggi 31 Marzo 2020 segna il 28° anno dalla scomparsa di mio figlio e io come ho sempre fatto dal primo giorno anche oggi voglio lanciare un appello a “CHI SA!!!!” con l’assoluta certezza che le ultime persone che hanno visto mio figlio sanno cosa gli sia accaduto quel giorno e sanno sicuramente più di quanto dichiarato sino ad oggi. Io non so più quanti appelli fare ancora per smuovere la vostra coscienza perché fino ad oggi io non so nulla mentre voi vivere nell’omertà essendo padri di famiglia, avendo dei figli… Io vi chiedo: COME FATE A GUARDARE NEGLI OCCHI I VOSTRI FIGLI SAPENDO CHE C’È UNA MADRE CHE SOFFRE DA 28 ANNI? CHE VALORI STATE TRASMETTENDO AI VOSTRI FIGLI? provate solo per un attimo a mettervi nei miei panni e capire quello che io quotidianamente passo e provo sperando che un giorno qualcuno di voi che allora eravate ragazzi vi possiate pulire la coscienza e dire ciò che sapete PERCHÉ IO NON MI FERMO, IO CERCHERÒ MIO FIGLIO SEMPRE FINCHÉ LA VERITÀ NON VIENE FUORI A PRESCINDERE DALLA GENTE CHE MI DICE CHE AD OGGI IO DOVREI NON CERCARE PIÙ MIO FIGLIO PERCHÉ POTREBBE ESSERE MORTO!

A me del pensiero della gente insensibile e senza cuore non interessa io voglio la verità e la verità la voglio sia nel bene che nel male ma IO LOTTO ADESSO A DISTANZA DI 28 ANNI E LOTTERÒ ANCHE A DISTANZA DI ALTRI 30 ANNI!!!! IO SONO INDIGNATA DA QUESTO GENERE DI COMMENTI E DA ALCUNI GENITORI DI RAGAZZI CHE SANNO DETTAGLI PARTICOLARI SULLA SCOMPARSA DI MIO FIGLIO E NON PARLANO FACENDO STARE IN SILENZIO I PROPRI FIGLI. Salvatore è stato purtroppo trasportato a scappare via perché non aveva alcun motivo di fuggire da casa e chi lo conosce sa che ragazzo era e sa che famiglia siamo! È un ragazzo tanto timido, buono, rispettoso ed educato nei confronti di tutti… Non aveva nessun problema a casa ne a scuola, caratterialmente era un ragazzo introverso e timido, molto legato alla famiglia e ai suoi fratelli CIRO, MAURIZIO, MASSIMO,ALESSANDRO E KATIA ( mentre MARIAGRAZIA, la sorella più piccola non l’ha conosciuta perché è nata due anni dopo la scomparsa).

Io non ho paura di dire che SALVATORE si è fatto coinvolgere da MARIANO per poter fuggire via perché CIÒ CHE DICO IO È LA VERITÀ: erano due ragazzini tanto diversi, MARIANO era molto più vivace di SALVATORE, era cresciuto negli USA, aveva una mente molto più spigliata rispetto a Salvatore e da sempre aveva nostalgia dell’America, inoltre, Mariano aveva già programmato di fuggire via perché 15 giorni prima della scomparsa chiese a CIRO (il mio secondo figlio, due anni più piccolo di Salvatore) di rubare a noi genitori dei soldi per poter fuggire via con lui ed esplorare il mondo e “VEDERE COM’ERA LA VITA” per poi tornare a casa. CIRO, essendo molto più sveglio di Salvatore, naturalmente rifiutò e avvisò mio marito che a sua volta avvisò il padre di Mariano che prese la situazione alla leggera e non fece nulla.

15 giorni dopo tale episodio Mariano convinse in qualche modo Salvatore che essendo molto più ingenuo andò con lui chissà con quale promessa. Il giorno della scomparsa Salvatore la mattina rimase a casa a dormire, non andò a scuola e nel pomeriggio come faceva di solito uscì per giocare a pallone con Ciro, loro due non si separavano mai, insieme raggiunsero altri ragazzini come capitava spesso… Ragazzini che sanno qualcosa in più che non dicono ! Io mi rivolgo a voi e vi chiedo per favore di PARLARE! HO IL DIRITTO DI SAPERE COME MADRE CHE COSA SIA ACCADUTO A MIO FIGLIO, se è morto voglio poter piangere su una tomba, portargli un fiore e raggiungere almeno un luogo di sepoltura e non vivere la mia vita nell’incertezza!!!!! Mio figlio aveva solo 15 anni quando è scomparso, oggi ne avrebbe 44… Ed io vivo questo inferno da 28 anni perché voi non parlate, se non volete metterci la faccia almeno parlate e dite tutto ciò che sapete in ANONIMATO, in qualsiasi modo ma dite ciò che può essere utile nel farci arrivare alla verità!

A causa della vostra omertà c’è dietro la sofferenza di un intera famiglia, è una parte di vita che ci manca… Sapere di avere un proprio caro che non si sa dove sia, se sta bene o se non ci sia più è un dolore grande che non passa finché non si arriva ad una verità bella o brutta che sia. Oggi tutto il mondo sta vivendo nella paura, tutto è fermo, c’è gente che rischia la vita per poter salvare la vita degli altri, c’è gente che non può neanche dare l’ultimo saluto al proprio caro che non c’è più che questo orribile virus porta via.. Neanche una degna sepoltura può essere data a chi muore, si vive un incubo che mette in ginocchio tutto il mondo.. Si vive nell’incertezza della vita perché a tutti può accadere di essere contagiati, si vive nella paura di perdere i propri figli, i propri affetti .. È un incubo, io questo stesso incubo lo vivo da 28 anni.

Vi prego di rendervi conto di tutto quello che io ho patito e patisco quotidianamente perché a me manca un pezzo di vita. Mi manca mio figlio e voi fate gli omertosi! Il mondo sta soffrendo, forse anche voi oggi avete paura, ecco, immedesimatevi nelle mie di paure, nelle mie incertezze e nei miei punti interrogativi che non ricevono ancora delle risposte, provate a capire una mamma che non sa quando finirà questo calvario perché io non ho più avuto una vita per colpa vostra che sapete e non dite. Vi chiedo solo di avere un pò di cuore, un minimo. PULITEVI LA COSCIENZA finché siete in vita e avete questa possibilità!

Infine, mi rivolgo a te figlio mio…se in qualche modo sei ancora in vita e prego DIO affinché tu lo sia ancora, se puoi leggere questo appello sappi che tua madre ti vuole bene e ti aspetta, che manchi a tutta la tua famiglia e che ovunque tu sia spero che stia bene… Quante cose ci siamo persi in questi anni, ma se solo tornassi potremmo recuperare tutto il tempo non passato assieme..In questo particolare momento che sta mettendo ansia e paura a tutta l’umanità il nostro pensiero non può che essere rivolto a te Salvatore, a te e a tutti gli scomparsi del mondo. Il mondo ha paura, ha paura del presente e del domani. Questo virus è arrivato senza un preavviso così come è arrivata la tua scomparsa, stessa ansia e stesso panico dopo. Solo che la nostra paura è quella di non poterti più rivedere e la stessa paura che oggi colpisce l’intera umanità che vive ore e giorni ansia che sembrano infiniti e che prega quotidianamente affinché questo calvario finisca come noi che come famiglia di Salvatore Colletta speriamo e preghiamo da 27 anni.

Da questo periodo in poi noi preghiamo per entrambe le cose affinché “#VADATUTTOBENE”! NON CI STANCHEREMO MAI DI CHIEDERE AIUTO ALLO STATO, AGLI ORGANI COMPETENTI CHE SI OCCUPANO DEGLI SCOMPARSI E ALLA PROCURA. Una preghiera ed un pensiero va anche per tutti gli scomparsi (e non) affinché dovunque essi si trovino non vengano contagiati dal coronavirus e che possano un giorno far ritorno a casa. È assurdo che ancora dopo 28 anni non venga fuori la verità, chiedo alla PROCURA, al MINISTRO DEGLI SCOMPARSI e a tutti gli altri organi competenti che indaghino e non smettano di farlo affinché la verità non venga fuori. Solo fino ai primi sei anni dalla scomparsa di Salvatore abbiamo ricevuto 1.500 segnalazioni di Salvatore e Mariano in compagnia dei nomadi in tutta Italia, per molti anni ho chiesto di indagare su questa pista e lo chiedo tutt’oggi perché ci credo e perché ero io stessa a ricevere le telefonate delle segnalazioni, solo che si arrivava sempre tardi sul posto e i nomadi avevano il tempo di scappare perché seguivano la trasmissione di “chi l’ha visto?” dove tanti telespettatori chiamavano per segnalarli… Arrivavano segnalazioni da Roma, dalla Sicilia ecc… Per questo io sono convinta che è una delle piste più attendibile e penso che fino ai sei anni dalla scomparsa mio figlio era ancora in vita perché una sera a chiamarmi al telefono di casa mia è stato proprio lui e nonostante io avevo già ricevuto diverse telefonate da sciacalli quella sera ho riconosciuto la voce di mio figlio che Mi disse :“MAMMA SONO IO…” poi non ebbi neanche il tempo di chiedergli come stava o dove si trovasse e ho avuto come la sensazione che qualcuno gli avesse tolto il telefono dalle mani.

Negli anni però siamo stati lasciati soli da tutti, per questo chiedo alla procura di indagare. solo da poco tempo a seguire il caso c’è l’avvocato Zizzo Bonaventura che ci sostiene e insieme a noi sta lottando per avere la verità. Oggi che è il 28° anniversario di scomparsa ognuno dei mie figli ha voluto scrivere un piccolo pensiero nei confronti di Salvatore, affinché se in qualche parte del mondo Salvatore abbia la possibilità di leggere possa capire che nessuno di noi lo ha dimenticato:

Ciro: “Non chiediamo nulla. Solo la verità”.
Maurizio: “Salvatore ci manchi davvero tanto, speriamo che ovunque tu sia stia bene e speriamo di poterti riabbracciare un giorno ti voglio bene”.
Massimo: “ciao Salvatore anche se il destino ha deciso di separarci troppo presto volevo che tu sapessi che non ti ho mai dimenticato e non c’è un giorno che non ti abbia pensato. Mi auguro semplicemente che tu stia bene e che un giorno come in una favola a lieto fine tu possa fare ritorno a casa dove ci siamo noi ad aspettarti. Ti voglio bene, Salvo mi manchi un abbraccio. Massimiliano”.
Alessandro: “Ciao fratellone sono Alessandro spero che tu stia bene noi tutti a casa e non ci possiamo incontrare con i nostri fratelli e sorelle mamma e papà dunque il pensiero va a te, speriamo tutti che tu sia al riparo da questa situazione difficile, magari chi sa durante questo brutto periodo potrebbe arrivare una bella notizia dove si dice che hanno ritrovato un senza tetto e avresti potuto essere tu ti voglio bene fratello ci manchi a tutti”.
Katia: “Salvatore non mi ricordo di te perché quando sei scomparso avevo solo due anni e questo mi dispiace. Mi piacerebbe conoscerti proprio perché ho solo dei racconti di mamma e ti conosco solo dalle foto. Desidererei farti conoscere la mia famiglia, ci manchi tantissimo spero che sei in vita e che tu stia bene solo questo magari ci basterebbe sapere. Ti voglio bene”.
Mariagrazia: “ciao Salvatore, io neanche ti conosco perché sono nata dopo due anni dalla tua scomparsa, conosco solo il tuo viso dalle foto però lotto sempre affinché venga alla luce la verità. Spero tanto che il mio desiderio di conoscerti si avveri. Ti voglio bene fratellone mio”.

Tra tutti c’è anche la tua nipotina di nome Manuela che ti scrive: “Caro zio,io sono tua nipote Manuela la più grande nipotina che hai, Non ti ho mai conosciuto ma tutti parlano sempre bene di te perché sei un bravo ragazzo. Spero che un giorno ti abbraccerò ❤️ Ti voglio bene da Manu”.

Infine, vi preghiamo di CONDIVIDERE SUI SOCIAL LA FOTO DI MIO FIGLIO SALVATORE. È possibile trovarla sul profilo facebook “SALVATORE COLLETTA RAGAZZO SCOMPARSO”, sul mio profilo “CARMELA LA SPINA” e su quello di mia figlia “MARIAGRAZIA COLLETTA”. CHIUNQUE AVESSE NOTIZIE DI SALVATORE CONTATTI NOI FAMILIARI AI SEGUENTI PROFILI FACEBOOK, CONTATTATECI AL 3899870670 OPPURE CHIAMARE LE FORZE DELL’ORDINE. GRAZIE.

Unisciti al gruppo Whatsapp di TelevideoHimera News

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi