Termini Im. – CronacaTermini Imerese

Di Maio in visita fuori i cancelli dell’ex stabilimento della Fiat di Termini Imerese

“Gli operai torneranno tutti a lavorare”

Trecento persone tra ex lavoratori dell’indotto e figure sindacali hanno accolto Ii Ministro dello Sviluppo economico e vice presidente del Consiglio, Luigi Di Maio, fuori i cancelli della Blutec. Presenti i rappresentanti sindacali della Fim cisl che hanno chiesto soluzione occupazionale immediate.

“Blutec non l’abbiamo scelta noi ma l’abbiamo subita – ha detto Roberto Mastrosimone, segretario generale Fiom Sicilia -. Il 31 dicembre scadono gli ammortizzatori sociali – e noi chiediamo il rinnovo sottoscrivendo l’accordo”. 

“Serve una soluzione subito – ha detto Di Maio agli operai – ci sono degli impegni che dovevano essere rispettati e non sono stati mantenuti. In Italia ci sono due tipi di persone, gli imprenditori e i prenditori. Questo è il caso di un prenditore che ha preso i soldi senza mantenere gli impegni presi. La prima cosa che posso assicurarvi è di firmare l’accordo per la data del 31 dicembre. Dobbiamo rilanciare l’auto ibrida che è l’alternativa alla vecchia produzione. Il mio impegno è quello di rimettere a lavorare tutti nelle migliori condizioni possibili”. 

Il vice premier non aveva previsto alcun incontro istituzionale, così il sindaco di Termini Imerese ha divulgato un comunicato stampa. “Il passaggio da Termini Imerese del Vicepresidente del Consiglio Di Maio, – ha scritto Francesco Giunta – è stata un’occasione mancata, ovviamente per il Ministro. Egli, infatti, ha perso l’occasione per un confronto con le istituzioni cittadine, che peraltro avevano manifestato apprezzamento per quella che appariva un’apertura al territorio e non, come invece si è poi rivelata, un’apparizione dal sapore elettoralistico. Termini Imerese e gli operai della ex Fiat sono abituati alle passerelle dei personaggi meteora. Anche questa volta -conclude Giunta- ce ne faremo una ragione, ma non deporremo le armi nell’interesse di tutti: disoccupati, inoccupati, disperati”.

In prima linea davanti ai cancelli della Blutec è sceso tutto il M5s. Del Senato: Loredana Russo, Antonella Campagna, Cinzia Leone, Franco Mollame. Per la Camera: Davide Aiello, Vittoria Casa, Giuseppe Chiazzese, Giorgio Trizzino Roberta Alaimo. Per la Regione Sicilia il deputato Luigi Sunseri e Roberta Schillaci. Presente anche, Maria Terranova, consigliere comunale di Termini Imerese.

“È un momento importante – all’unanimità la dichiarazione dei portavoce del M5s – perché la presenza del movimento 5 stelle a tutti i livelli istituzionali è la dimostrazione dell’attenzione massima del governo verso il territorio di Termini Imerese e la situazione di crisi oramai decennale. Il riconoscimento degli ammortizzatori sociali ai lavoratori dell’indotto è il primo importante traguardo raggiunto. Continueremo a seguire con determinazione l’intera vicenda con il solo obiettivo di rilanciare il territorio a livello occupazionale”.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi