CronacaPalermoSicilia

Palermo: Identificata la banda che violentò una diciassettenne in un garage

Tre degli indagati hanno precedenti per reati contro il patrimonio ed uno di loro anche per lesioni personali

La Polizia di Stato ha proceduto all’esecuzione della ordinanza del GIP del Tribunale per i Minorenni, dott. Federico Cimò, della misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di due ragazzi di 17 e 18 anni, nonché alla esecuzione della misura del collocamento in comunità di altri due ragazzi, rispettivamente di 16 e 17 anni, tutti indagati per il reato di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una diciassettenne.

Le indagini sono state condotte dalla Squadra Mobile di Palermo.

Tre degli indagati hanno precedenti per reati contro il patrimonio ed uno di loro anche per lesioni personali; inoltre, due sono stati segnalati per assunzione di sostanze stupefacenti.

I fatti sono avvenuti ai primi di dicembre dell’anno scorso all’interno di un parcheggio sotterraneo in centro a Palermo. I ragazzi, all’epoca tutti minorenni, in gruppo, hanno approfittato delle condizioni di inferiorità psichica e fisica della ragazza portandola con sé e perpetrando l’abuso.

Immediatamente, si è proceduto all’acquisizione dei filmati delle telecamere presenti all’interno del parcheggio, nonché di quelle della zona, permettendo di ottenere dei frame importanti che hanno documentato quanto successo nei momenti antecedenti e successivi alla violenza. Si è proceduto quindi all’acquisizione dei tabulati del telefono della ragazza e dell’unico soggetto a lei noto del gruppo degli aggressori. Con un lavoro certosino di analisi si è riusciti ad identificare i 4 destinatari della misura odierna.

Le indagini sono state coordinate dal Sost. Proc. Dott.ssa Claudia CARAMANNA della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo.

Per contrastare i numerosi fatti accaduti in città ad opera di gruppi di minori, la Polizia di Stato unitamente alla Procura della repubblica presso il Tribunale per i minorenni ha avviato un’attività di analisi e mappatura del fenomeno in un’ottica di prevenzione oltre che di repressione, grazie a questa sinergia si è ottenuto l’importante risultato odierno.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi