CronacaSciaraTermini Im. – CronacaTermini Imerese

Perseguiva e minacciava la sua ex: Condannato un Termitano

La vittima è una donna di 33 anni residente a Sciara

L’uomo è stato condannato per stalking e danneggiamento, deve scontare 3 anni e 6 mesi di carcere.

Il Giudice del Tribunale di Termini Imerese, Sandro Potestio, ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero, Alessandro Macaluso, pronunciando sentenza di condanna nei confronti del Termitano R. M. di 45 anni, autore – secondo l’ipotesi accusatoria – dei reati di stalking e danneggiamento aggravato ai danni della ex convivente, una giovane di 33 anni, residente a Sciara.

I fatti sarebbero avvenuti proprio a Sciara nel mese di Ottobre del 2010, ma soltanto adesso dopo una lunga e approfondita istruttoria, anche dibattimentale,  il processo si è concluso nel suo primo grado di giudizio.

Al termitano è stato contestato di avere ripetutamente minacciato e molestato la sua compagna provocandole, per effetto della sua condotta, un grave e perdurante stato di ansia e di paura al punto da farle temere pericoli per la propria incolumità. Sarebbe stata infatti ripetutamente offesa e minacciata, anche attraverso l’invio di numerosi messaggi e telefonate, sia presso la sua abitazione, sia presso i luoghi che la ex era solita frequentare. La condotta si sarebbe protratta sino al punto che l’imputato avrebbe danneggiato anche la Fiat Punto dell’ex suocero tagliandogli il copertone dell’autovettura parcheggiata nei pressi del centro del paese.

Il processo contestualmente vedeva anche la giovane trentatreenne  imputata del reato di percosse ai danni del suo ex. Sotto accusa anche il suo ex cognato accusato di avergli provocato lesioni personali. Durante un incontro lo stesso, avrebbe sferrato dei pugni al termitano.

Il Giudice del Tribunale di Termini Imerese però, diversamente da quanto sostenuto dalla ragazza, ha ritenuto che questi ultimi fatti non siano stati provati. Motivo per cui ha pronunciato sentenza di assoluzione con formula piena per la giovane ed il fratellino di Sciara.

Avvocato Giuseppe Minà

Gli unici episodi dimostrati, al contrario, sono stati quelli a carico del termitano, nei confronti del quale la vittima del reato si era costituita parte civile attraverso il il proprio difensore di fiducia l’Avvocato Giuseppe Minà, ottenendo il riconoscimento dei danni e  la condanna alla pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione per R. M.

La testimonianza della vittima in aula è stata resa con molta sofferenza al punto che il processo ha subito una breve sospensione per consentire alla testimone di riprendersi. La testimonianza è poi proseguita con coraggio e determinazione al punto che la giovane ha raccontato dettagliatamente tutti i fatti e le circostanze delle quali era vittima.

Unisciti al gruppo Whatsapp di TelevideoHimera News

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi