SiciliaTermini Im. – CronacaTermini Im. – VideoTermini Imerese

Termini Imerese: Coronavirus, è Andrea Minà il primo giovane positivo al Covid-19 – 🎥 VIDEO

Lui stesso svela la sua identità e chiede aiuto. Ho finito la quarantena ma non mi fanno i tamponi. Mio padre è morto e anche mia madre è positiva al Covid19

Tutto ha inizio il 15 Marzo 2020 quando il padre di Andrea Minà viene ricoverato al Cervello in terapia intensiva perché positivo al Coronavirus. Il 16 Marzo dopo diverse pressioni dello stesso fanno il tampone al figlio risultato anche lui positivo.

Andrea Minà chiede che venga eseguito anche il tampone alla giovane moglie in stato di gravidanza. Fino ad oggi però il tampone non è stato eseguito. Passano i giorni ed il padre di Andrea muore da solo in un letto della terapia intensiva dell’Ospedale Cervello di Palermo la sera del 25 Marzo. Il giorno dopo arriva la notizia con una telefonata a casa. “Dovete provvedere a prendere una ditta a vostre spese perché suo padre è deceduto”. Nessun funerale, nessun fiore, nessun nome nella sua tomba ma, soltanto un numero identificativo tra i morti di Covid19 al cimitero di Palermo.

Preoccupato per la madre Andrea chiede che le venga effettuato il tampone perché presenta alcuni sintomiCovid19. Il medico le dice di rimanere a casa ma, senza fare il tampone. Il 26 Marzo ( il giorno dopo della morte del marito) la signora di 63 anni, sta male e dopo diverse sollecitazioni le viene effettuato il tampone. Il risultato della positività è stato comunicato oggi 30 Marzo. Andrea però continua a mandare pec agli organi competenti senza mai avere una risposta, nessun aiuto, nessuno che aiuti la madre da sola in casa.

Questa mattina la quarantenne obbligatoria di Andrea Minà è finita. Il giovane dunque, potrebbe tranquillamente uscire da casa per recarsi a reperire beni di prima necessità. Di fatto però ad oggi i due tamponi che devono essere effettuati prima dei 15 giorni non sono stati fatti. Nessuna risposta è stata data al giovane dal Dipartimento di Prevenzione di Palermo. Andrea però ha un immenso senso di responsabilità e continua a stare a casa.

Oggi nella sua pagina Facebook ha scritto: “Quando si può dichiarare guarito un caso confermato di COVID-19? Il paziente guarito è colui il quale risolve i sintomi dell’infezione da Covid-19 (febbre, rinite, tosse, mal di gola, difficoltà respiratoria, polmonite) e che risulta negativo in due tamponi consecutivi, effettuati a distanza di 24 ore uno dall’altro, per la ricerca di SARS-CoV-2. Fonte lSS (Istituto Superiore Sanitá). Quindi mi chiedo come può il Dipartimento di Prevenzione comunicarmi via telefono che posso uscire senza che loro abbiamo fatto alcun tampone avendo un referto medico con la dicitura SARS-COV-2 RNA (P.C.R. Realtime) RILEVATO PAZIENTE COVID-19 POSITIVO. A tal proposito è stata inviata pec al Dipartimento di Prevenzione con attesa di cortese celere riscontro”.

L’intervista della Giornalista Francesca Giunta, Direttore di Televideo Himera, al telefono con Andrea Minà

Unisciti al gruppo Whatsapp di TelevideoHimera News

Related Articles

Back to top button

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi