PalermoReligione

Palermo: In Cattedrale la Messa Crismale, Epifania della Chiesa

Alla celebrazione hanno partecipato soltanto in 200 tra Presbiteri, quale segno della comunione tra il Vescovo e i suoi fratelli nel Sacerdozio Ministeriale, Diaconi e Fedeli Laici

PALERMO – In una Chiesa Cattedrale contingentata, stamani si è svolta la Messa Crismale a cui hanno preso parte soltanto 200 tra Presbiteri, quale segno della comunione tra il Vescovo e i suoi fratelli nel Sacerdozio Ministeriale, i Diaconi e i Fedeli Laici.

La Celebrazione che era prevista il Giovedì Santo non è stato possibile tenerla a causa dell’emergenza sanitaria è stata presieduta dall’Arcivescovo, Mons. Corrado Lorefice. All’inizio della Celebrazione, il Presbitero più giovane, Don Giuseppe Fricano, come consuetudine, ha rivolto il saluto augurale all’Arcivescovo. “È bello ritrovarsi – ha detto – dopo tanto tempo in questa Celebrazione così significativa che esprime l’unità della Chiesa e la gioia di stare insieme”.

I Presbiteri nell’occasione hanno pure confermato gli impegni sacerdotali che hanno manifestato in occasione dall’ordinazione. “Non si può essere uniti a Cristo, l’Unto di Dio, senza prendere parte in tutto al fragrante solco della vita, profumando di cielo. – ha detto nell’omelia Mons. LoreficeQuesto è il senso più vero della consacrazione discepolare e ministeriale. In Cristo Risorto e Asceso al Cielo, con-spiratore (con-respirare) del dono messianico dello Spirito, cielo e terra si incontrano: il cielo emana la fragranza della terra e la terra profuma di cielo”.

Durante la solenne liturgia sono stati benedetti gli oli santi. L’olio dei Catecumeni, col quale si ungono sul petto i battezzandi prima del lavacro battesimale per infondere la forza, segno della lotta contro il male; l’olio degli Infermi col quale si ungono sulla fronte e sulle mani i cristiani seriamente ammalati per infondere forza e sollievo nella malattia e l’olio del Crisma, olio misto a balsamo, con cui vengono unti sul capo i battezzati, sulla fronte i cresimati, sulle mani i sacerdoti, sul capo i vescovi come segno della consacrazione dello Spirito Santo.

Unisciti al gruppo Whatsapp di TelevideoHimera News

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi