CerdaSport

Calcio Regionale: Tra Petralia Soprana e Cerda Giuseppe Macina vince lo sport

Mustapha e Galati firmano il pareggio finale

Non c’è dubbio, è stata un grande domenica per gli amanti del calcio dilettantistico. Al “Pietro Sorrentino” di Petralia Soprana è andato di scena l’atteso match tra Petralia Soprana e Cerda Giuseppe Macina. Le attese erano notevoli: non solo il mero interesse per una partita ricca di storia calcistica ma addirittura la ciliegina sulla torta dei punti promozione in palio.

La squadra di Totò Lazzara in campo da primatista, con i suoi “enfants terribles” e quella di Pietro Mocciaro, entrambe belle realtà e sorprese rispetto alle griglie di inizio campionato, costruite per un campionato importante senza assilli di vittoria, la seconda ad un solo punto di distanza dalla prima e, dunque, ancora in corsa per il primato a sole due giornate dal termine. E lo spettacolo in campo non ha deluso cotanta aspettativa. I rigidi tatticismi, se così si può dire, sono rimasti negli spogliatoi ed il numerosissimo pubblico sopraggiunto ha assistito ad azioni di pregevole fattura ed a repentini capovolgimenti di fronte che hanno entusiasmato i presenti. Bene così.

Il calcio dilettantistico ha bisogno di simili spettacoli. Sono la pubblicità più bella (e più vera) per consolidare ed aumentare la crescita del movimento. A proposito di pubblicità progresso. Esemplare il comportamento delle società coinvolte nella gara e del pubblico presente: giocatori, tecnici e presidenti hanno fatto il massimo per mostrare il lato migliore dello sport. Ovviamente in campo gli atleti non si sono risparmiati, ci mancherebbe. Ma grande è stato il fair play sia nei giorni che hanno preceduto la gara, che nel dopo partita. In particolare le società hanno lavorato per la riuscita dello spettacolo.

Più in generale, è il modo giusto di procedere. Tutti i presidenti e, non solo gli illuminati, dovrebbero capire e farlo il più in fretta possibile, che le rivalità sono utili solo in campo e, al più, per qualche sfottò su Facebook. Tornando alla gara, mister Lazzara conferma capitan Lo Nero in porta, Guzzardo, Guida, Passamonte e La Mendola in difesa, Galati, Castrovinci, Caramma a centrocampo, Passamonte, Rizzo e Cicero in attacco. Mister Mocciaro dal canto suo conferma l’esperto Corradino tra i pali, Fiorentino in difesa, capitan Sabatino a centrocampo, Mustapha e Lo Cicero in attacco con alle spalle il forte Castrogiovanni.

Parte bene il Cerda con Cicero che supera Corradino e batte a rete ma la palla è miracolosamente respinta da un difensore sulla linea. Gol sbagliato gol subito. Sul capovolgimento di fronte Mustapha trova il diagonale perfetto e batte Lo Nero per l’1-0. Il Cerda non ci sta e reagisce trovando il pareggio con un gran gol del giovane Galati che sfrutta uno svarione difensivo locale e batte Corradino. Al 25’ Passamonte scatta e si presenta “a tu per tu” con il sempreverde Corradino, l’attaccante granata, ieri in maglia croata, appoggia a Cicero che mette in rete ma l’arbitro Cono annulla per un discutibilissimo off side. Corradino è costretto ad uscire per infortunio e Cicero presentatosi al cospetto del nuovo entrato spara fuori. È ancora il Cerda a sprecare con Guida, che su punizione di Caramma a pochi metri dalla porta crea l’illusione del gol, ma il suo colpo di testa finisce inspiegabilmente a lato.

La ripresa inizia con meno ritmo. Al 55’ Rizzo elude il fuorigioco ma non trova il tempo della battuta. Al 65’ il Cerda trema. Mustapha si libera sulla fascia e lascia partire un fendente su cui Lo Nero si supera deviando la palla sulla traversa. Ci pensa poi Passamonte ad allontanare. Ancora Lo Nero in uscita è bravo ad anticipare la battuta dell’attaccante Madonita. Sul finire del tempo il Cerda preme ma il Petralia ribatte colpo su colpo. Galati non trova il giusto assist per il neo entrato Mesi. La Mendola, dal limite, non trova la battuta giusta e, allo scadere, Galati di testa non trova la gioia del gol per questione di centimetri dopo che Cicero, liberatosi al limite dell’area, si era fatto parare il tiro del possibile 1-2 dall’estremo difensore locale. Finisce 1-1 tra gli applausi del pubblico e i cori delle rispettive tifoserie.

Notevole il sostegno della Brigata Granata intervenuta al gran completo nonostante la distanza. Emozionante come al solito la telecronaca del giovanissimo Santi Di Leonardo che ha permesso a chi non è riuscito ad essere presente, di gustarsi la gara on-line. A sole due giornate dal termine, dunque, il Cerda si trova ancora in vetta a pari punti con il Calcarelli che grazie alla vittoria conseguita, a tavolino, sul Lercara, e dopo l’exploit esterno nell’ultima giornata con il San Mauro ha agganciato i granata. Petralia Soprana distaccato di 1 solo punto e Petralia Sottana quarto a 3 punti davanti al Corleone.

Il DS Macina esprime soddisfazione: “è stata una gara ostica contro un avversario di valore. Il punto conquistato e il primato conservato confermano che i ragazzi sono pronti a qualsiasi tipo di gara. Adesso testa alla prossima gara: Alia”. Anche Imburgia esprime soddisfazione: “non era facile – afferma il patron granata – queste gare sono come finali… si possono vincere ma anche perdere. Con un po’ più di fortuna potevamo fare bottino pieno ma va bene così. L’importante era non perdere. Il proseguo dipende sempre da noi e in queste due ultime gare dovremo essere pronti a dare il massimo e batterci fino all’ultimo secondo”. Uno di noi sempre con noi.

Cerda Giuseppe Macina: Lo Nero 7, Guzzardo 7, Guida 7, Passamonte 7, La Mendola 6,5, Caramma 6 (Chiavetta 6) Castrovinci 6,5, Passamonte 6,5, (Mesi 6,5) Rizzo 6,5, Cicero 6,5, Galati 7,5 ( Halili n.g.) A disp: Rusu, Dioguardi, Guida, Caramma S., Di Salvo, Imburgia. All. Lazzara 7.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi