CerdaCronaca

Cerda, il Governo Regionale nega il Diritto allo Studio

L’amministrazione comunale cercherà, ancora una volta, di fare il massimo per garantire tutti i nostri studenti pendolari e si spenderà per trovare le soluzioni migliori.

Da una parte arriva la notizia di una nuova legge sul diritto allo studio in Sicilia, dall’altra viene di fatto azzerato il rimborso dei viaggi agli studenti pendolari che si recano fuori dal luogo di residenza per adempiere all’obbligo scolastico e conseguire un diploma di scuola media superiore.

Questo ha dichiarato il Capogruppo di Maggioranza del Comune di Cerda, Salvatore Cicero ed esponente del PartigianiDem (PD). Da un contributo ai comuni, che non avevano scuole medie superiori dentro la propria area urbana, pari al 100% della spesa sostenuta siamo arrivati all’assurdo del 2018 con un rimborso del 17% delle spese sostenute.

Salvatore Cicero – Capogruppo di Maggioranza del Comune di Cerda

Chiedo al mio Partito, il PD, ed in particolare al gruppo parlamentare all’ ARS che nella prossima legge di Bilancio si presti particolare attenzione al tema. Nelle more che la Regione si svegli, l’amministrazione comunale di Cerda,  cercherà, ancora una volta, di fare il massimo per garantire tutti i nostri studenti pendolari e si spenderà per trovare le soluzioni migliori.

Tags

Related Articles

Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi