CerdaEventi

Cerda: Gabriele  Del Castillo presenta il libro in memoria di Zia Marianna

L'opera si intitola "Il sorriso di Gesù - La Signorina Marianna Del Castillo"

CERDA – Gabriele Del Castillo, presenterà il libro “Il sorriso di Gesù – La signorina Marianna”, durante il Festival culturale “Ciao… Marianna”, Sabato 4 Maggio alle ore 16.30.

Dal 5 Aprile 1911 all’8 maggio 2011, per cento anni, un mese e tre giorni è stata la signorina, la signorina Marianna, la zia Marianna, Marianna, Mariannina, a zà Mariannina e altro che forse altri potranno ricordare. Prese per mano Cerda, piccolo paese contadino in provincia di Palermo, impegnandosi a sostenere la sua numerosa famiglia, ma anche bambini, ragazzi, madri, padri, famiglie che ebbe occasione di incontrare nel suo cammino terreno.

Un paese che le stava stretto quando giovane maestra prese il treno per Milano. Era il 1936, e dalle lettere che le scriveva la mamma, Giuseppina Meli, si comprende come il vuoto da lei lasciato in famiglia fosse incolmabile. Tornò presto a casa e fu, oltre che insegnante, militante cattolica, educatrice, animatrice culturale, impegnatissima nel sociale.

Lucida mentalmente per tutti i giorni della sua vita, perfino a Marzo 2011, due mesi prima di morire, trovava ancora il modo di dire agli amici che andavano a farle visita: “Oggi più che mai c’è la necessità urgente di bene comune”.

Fu tra le socie fondatrici del CIF (Centro Italiano Femminile) in Sicilia nel 1946, nonché sua Presidente Provinciale di Palermo e Comunale di Cerda. Nel corso della sua lunga vita è venuta in contatto con particolari personalità che hanno profondamente segnato la storia del Novecento, quali Armida Barelli, Agostino Gemelli, P. Pio avendo insegnato a Benevento; il Cardinale Ruffini, essendo lei stata la prima Presidente di Azione Cattolica della Diocesi di Palermo; Giorgio La Pira, come lei terziario francescano; Piersanti Mattarella, anch’egli Presidente diocesano di A.C.

La Signorina MariAnna, finché le forze fisiche glielo permisero, non smise mai di viaggiare, anche guidando la sua 126 Fiat, per studio, per ritiri spirituali, per convegni e seminari, che per lei non dovevano mai mancare: “Sono il Sale della Vita”, diceva. Si interessava di tutto, leggeva tutto, ma soprattutto: la Bibbia.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi