CronacaMontemaggiore BelsitoSicilia

Nuova gestione dei rifiuti ad Aliminusa e Montemaggiore Belsito

Smaltimento dei rifiuti affidato ai comuni: è questo l’obiettivo della nuova società E.M.A. SCRL

Smaltimento dei rifiuti affidato ai comuni: è questo l’obiettivo della nuova società E.M.A. SCRL (Ecologia Montemaggiore Aliminusa), nata nell’Agosto del 2017 dalla collaborazione tra il comune di Montemaggiore Belsito e quello di Aliminusa. La presentazione di questa nuova realtà si è svolta giorno 28 dicembre presso il centro polifunzionale di Montemaggiore Belsito, alla presenza dell’amministratore unico della società, l’ingegner Giuseppe di Martino, che insieme al sindaco di Montemaggiore Belsito Domenico Porretto, ha voluto rassicurare i pochi presenti, sostenendo con convinzione che “in nessun caso saranno aumentate le tasse di gestione di rifiuti.”

Il progetto, dopo il fallimento dell’A.T.O., ha preso forma dall’intenzione dei due comuni di gestire direttamente i rifiuti sul territorio. “Questo – ha sostenuto il sindaco Porretto- ci darà facoltà di scegliere la discarica in cui depositare i rifiuti, permettendoci così di ricavare dell’utile dalla nostra differenziata. Avremo la possibilità inoltre di gestire direttamente i nostri dipendenti, potendoli impiegare in relazione alle esigenze del territorio. Saranno nove gli operatori a disposizione dei due comuni e non è prevista nessuna assunzione nel prossimo futuro. L’obiettivo è quello di incrementare fino al 65% la differenziazione dei rifiuti.”

Il metodo sarà sempre di raccolta porta a porta secondo il nuovo calendario che è stato consegnato ai cittadini, unitamente ad una lettera informativa siglata dai due sindaci e dall’amministratore di EMA.
È stato altresì presentato un sistema di compostaggio che potrebbe permettere la gestione domestica, o comunque autonoma, da parte degli utenti, della frazione umida organica. L’idea sarebbe in questo caso quella di arrivare un giorno all’assoluta assenza di rifiuti organici.

A questo proposito sono stati mostrati e distribuiti dei sacchetti di carta riciclata da utilizzare come contenitore per la frazione umida. I sacchetti, prodotti in Italia dalla società Sumus, sono al 100% biodegradabili e saranno in futuro distribuiti a tutti i cittadini. Speriamo solo non sia l’ennesima promessa di distribuzione di sacchetti o contenitori mai avvenuta. Il progetto tutto, ci è parso nel complesso leggermente utopistico anche in considerazione del fatto che, chi si aspettava dei numeri o delle concretezze è rimasto deluso. A pesare forse anche l’assenza del sindaco di Aliminusa, l’avv. Filippo Dolce.

Una manifestazione di sensibilizzazione, che ha avuto come principale obiettivo quello di rassicurare i cittadini e di sottolineare ancora una volta l’importanza della differenziata ma che forse arriva in ritardo considerando l’imminenza delle amministrative comunali a Montemaggiore. Spetterà a chi a giugno si avvicenderà nell’azione amministrativa la volontà di continuare o mutare le decisioni prese. Ci auguriamo sempre nell’interesse dei cittadini e non secondo logiche politiche che di politico hanno ben poco.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi