Termini Im. - EventiTermini Imerese

Popolo in fuga sarà presentato in Rai

La seconda edizione di "Popolo In Fuga", dopo la presentazione dello scorso 1 Giugno all’Assemblea Regionale Siciliana, verrà presentata all’Auditorim RAI, venerdì 15 Giugno alle ore 17:30

Nella seconda edizione ampliata di “Popolo in fuga”, la testimonianza di Umberto Smaila  e di altri esuli fiumani, istriani e dalmati giunti in Sicilia nel secondo dopoguerra. 

Un percorso di verità storica avviato con la prima edizione nel 2016 e che continua anche nella seconda uscita del libro. Sempre al centro di tutto c’è la buona accoglienza del popolo siciliano che dopo la diffidenza iniziale accoglie a braccia aperte gli italiani provenienti dal confine orientale d’Italia.

Il testo, come scrive lo stesso autore, Fabio Lo Bono, nella premessa, racconta una pagina complessa della nostra storia, carica di sentimenti, che pone un interrogativo doloroso: gli italiani nati nella città di Zara e di Fiume, nelle isole del Quarnaro-Cherso e del Lussino nella penisola istriana che, passate sotto il controllo slavo, hanno costretto gli italiani a intraprendere un amaro viaggio alla ricerca dell’identità rubata dal vento della storia, fino a spingerli a Termini Imerese dove, nell’immediato, furono ospitati dagli abitanti del luogo.  

Da qui è emersa la vera Sicilia, terra  d’accoglienza. Il libro di Fabio Lo Bono ha il pregio di raccontare come la Sicilia, terra che incute timore in tutto il mondo, marchiata dalla Mafia, ha sempre dimostrato di essere un luogo di grandissima accoglienza con straordinari abitanti capaci di una generosità senza confini.

L’autore in questa sua opera ci racconta storie d’amore, di solidarietà, di non violenza. Chi è arrivato in Sicilia pieno di paure, di rabbia, di tristezza e di rassegnazione, ha trovato la forza per rinascere e vivere una seconda vita. Alcuni di loro sono rimasti proprio a Termini Imerese creando nuove famiglie di Istriani uniti in matrimonio con gli Imeresi.

Chi è l’autore 

Fabio Lo Bono, laureato in Lettere Moderne all’Università degli Studi di Palermo. Studioso del Novecento è responsabile amministrativo del Museo Civico “Baldassare Romano” di Termini Imerese e direttore culturale del Museo Etnoantropologico “Giovanna Bellomo” di Montemaggiore Belsito.

 

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi