CronacaItaliaVideo

Tragedia di Alessandria: Chi erano i tre Vigili del Fuoco uccisi dallo scoppio

I corpi dei Vigili sono sbalzati a 300 metri di distanza e ritrovati nudi dai colleghi

Antonino Candido di 32 anni – Matteo Gastaldo di 47 anni e Marco Triches di 36 anni, sono i tre Pompieri che hanno perso la vita durante la seconda delle due esplosioni di Quargnento in provincia di Alessandria. I Vigili del fuoco stavano intervenendo per spegnere un incendio.

I primi due corpi sono stati ritrovati subito dopo l’esplosione, il terzo dopo diverse ore di ricerca è stato trovato incastrato tra le macerie della palazzina. Altri due Vigili del fuoco, il caposquadra Giuliano Dodero e Luca Trombetta, sono rimasti feriti. Tra i feriti anche un Carabiniere Roberto Borlengo.

Le indagini sono ancora in corso per capire la dinamica dei fatti, intanto sono state ritrovate tra le macerie delle bombole con il timer. Secondo una prima ricostruzione, ci sarebbe stata una prima esplosione forse di origine dolosa, seguita dalla seconda che ha ucciso i tre uomini dei Vigili Del Fuoco, provocando il ferimento di altre tre persone, tra le quali un Carabiniere.

Gli inquirenti sostengono, tra le altre,  l’ipotesi l’attentato. I corpi dei Vigili sono sbalzati a 300 metri di distanza e ritrovati nudi dai colleghi – con fili e timer per svolgere un vero e proprio colpo ben definito.

Il Presidente della Repubblica Mattarella e il Ministro dell’Interno Lamorgese, appresa la notizia della tragedia, esprimono il proprio cordoglio per la scomparsa dei tre Vigili del Fuoco.

Il Capo Dipartimento dei Vigili del fuoco Salvatore Mulas e il Capo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco Fabio Dattilo esprimono profondo cordoglio e vicinanza alle famiglie dei tre Vigili del fuoco Antonino Candido, Matteo Gastaldo e Marco Triches vittime del dovere. Vicinanza anche a tutti i colleghi, in particolare quelli di Alessandria, in questo momento tragico per il Corpo.

Tutti i Comandi d’Italia espongono la Bandiera a mezz’asta in segno di lutto e osserveranno durante la giornata un minuto di silenzio i memoria dei colleghi caduti.

I VIGILI DEL FUOCO VITTIME DELL’ESPLOSIONE

LA TELEFONATA CHOC DEL CARABINIERE FERITO

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi