ReligioneSiciliaTrapani

Trapani: Restaurato l’antico Gruppo “Ecce Homo”, della Processione dei Misteri

L’opera è stata finanziata da ignoti benefattori trapanesi ed I lavori di restauro, durati otto mesi

Nella foto: Tiziana Taormina, Elena Vetere e Nicolò Miceli

A poche settimane dall’avvio della Processione dei Misteri di Trapani, è stato presentato alcuni giorni fa, nella chiesa del Collegio, il restauro del Sacro Gruppo della Processione dei Misteri, “Ecce Homo”, curato dal ceto, Calzolai, Calzaturieri e Pellettieri. L’opera è stata finanziata da ignoti benefattori trapanesi ed I lavori di restauro, durati otto mesi, sono stati eseguiti da Elena Vetere e Nicolò Miceli, della “Partenope Restauri”, la formula del cantiere aperto, ha offerto al pubblico la possibilità di assistere all’intervento e l’occasione è stata infatti colta con entusiasmo da scolaresche e innumerevoli visitatori.

Al successo dell’iniziativa, ha contribuito l’inserimento del cantiere in un circuito turistico per cui, a seguito di apposite richieste, sono state organizzate aperture straordinarie serali. L’intervento assume valore significativo, oltre alle insite componenti storico-culturali, perché risponde a dinamiche sociali precise, dato che è stato finanziato da una ditta privata locale. Il mecenatismo degl’imprenditori sensibili al recupero del mondo dell’arte e dell’artigianato, abbraccia da tempo la valorizzazione dei Sacri Gruppi della Processione dei Misteri, fra le più note processioni pasquali al mondo. E sono pure sempre più insistenti, le sollecitazioni affinché i Sacri Gruppi siano inseriti in un percorso artistico-culturale, fruibile durante l’intero anno.

“Questa politica del mecenatismo dimostra spiccato senso civico – afferma Tiziana Taormina, Capo console del Ceto Calzolai, Calzaturieri e Pellettieri – in un momento di crisi come quello che sta attraversando l’intera Europa. Ed acquista ancora più valore e deve essere incentivato, anche perché va ricordato che tutti i contributi versati per la realizzazione di queste opere sono interamente deducibili”. “Devo la buona riuscita di questo restauro ad un ottimo lavoro di squadra in cui ognuno ha contribuito con la propria professionalità – dice Elena Vetere – fra loro, il Direttore dei lavori, Pietro Barraco, Bartolomeo Figuccio della Soprintendenza Beni artistici e culturali, Monsignor Gaspare Gruppuso, che ha messo a disposizione la chiesa, Emanuele Barbara e la professoressa Lina Novara”. “Il restauro realizzato grazie a privati benefattori, manifesta ancora una volta –commenta Emanuele Barbara, Capo console del Gruppo Sacro, Simulacro, L’Addolorata– l’attaccamento profondo della città, alla Processione dei Misteri”.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi