RubricaTermini Imerese

“Ddoppu li tri Rè Carnalivari è….” – di Nando Cimino

Secondo una antica tradizione, a Termini Imerese proprio all'indomani del 6 Gennaio, si entrava già in clima carnevalesco

Credete che il Natale sia finito? Assolutamente no. Infatti, come molti di voi sapranno, le festività natalizie non si concludono con l’Epifania; bensì il due febbraio giorno della Candelora, festa della presentazione di Gesù al Tempio.

E però, secondo una antica tradizione, a Termini Imerese proprio all’indomani del 6 gennaio, si entrava già in clima carnevalesco. Ecco a tal proposito cosa ci racconta il Professore Giuseppe Navarra nel suo libro TERMINI COM’ERA. – “…Da noi il carnevale non finiva più. Cominciava il giorno dopo l’Epifania e terminava con il martedì grasso. – Il giorno stesso dell’Epifania, a Termini Bassa, si sentiva il cupo suono della brogna, quel tritone che una volta si pescava occasionalmente nel nostro mare, ed i monelli andavano gridando per le strade: “Doppu li tri Rrè, Olè Olè”….L’indomani dell’Epifania i monelli già uscivano per le strade, con in faccia una maschera e gridando: “Ih, eh, Carnalivari iè….”.

Le nostre nonne invece, e questo lo aggiungo io, incontrandosi tra i vicoli dei quartieri popolari dicevano: “Passò la Pifania, arrivò carnalivari, mittemuni la maschira ca è tempu d’abballari”. – Questo è un’altro dei tanti aspetti di quella che era la vita popolare della nostra città agli inizi del novecento.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close
Close

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll,...) comporta l'accettazione dei coockie. LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi